Filtro
  • Visita guidata a Prato

    Il giorno 20 febbraio le classi 4^ e 5^ BRI2 accompagnate dai docenti Clara Laurenzi, Luana Mattesini e Paolo Testi si sono recati a Prato per una visita guidata al Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci e al Museo della Deportazione.

  • Due giorni a Torino per celebrare la cultura della pace

    L’ANVCG, Associazione Nazionale vittime civili di guerra, fondata nel 1943 durante le devastazioni provocate dalla Seconda Guerra Mondiale, rappresenta e tutela legislativamente da 77 anni tutte le vittime civili di guerra in Italia. Il 25 Gennaio 2017 ha ottenuto dal nostro Parlamento l’istituzione del 1° Febbraio come Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel Mondo. Quest’anno per la terza ricorrenza di questa giornata è stato indetto un concorso per tutte le scuole superiori di I e II grado d’Italia, l’elaborazione di un racconto o la realizzazione di un video per conservare la memoria delle vittime e promuovere la cultura della pace e del ripudio della guerra.

    La nostra scuola ha aderito con le creazioni artistiche di tre alunne, Evaluna Makena Galli (5FIG1) e Lavinia Brogi (4AF1) che hanno scritto un racconto e Chiara Rossi (4M2) che ha realizzato un video. Siamo stati invitati a partecipare, insieme ad altre 19 scuole selezionate, alla cerimonia di premiazione che si è tenuta a Torino presso l’Arsenale della Pace. Il lavoro di Chiara è risultato il migliore tra quelli realizzati da tutte le scuole superiori d’Italia partecipanti. Il video di Chiara è stato mostrato, alla presenza anche della sindaca di Torino e della Ministra dell’Istruzione, a tutte le delegazioni delle scuole selezionate, ed è stata premiata e ringraziata dal Presidente Nazionale e dal Presidente della sezione di Arezzo dell’Associazione Nazionale delle vittime civili di guerra.

    La manifestazione si è svolta in un luogo importante e significativo, l’Arsenale della Pace di Torino, un luogo di accoglienza nato nel 1983 dalla riconversione e dal restauro dell’arsenale militare della Prima Guerra Mondiale, oggi è gestito dal Sermig, il servizio missionario giovani, fondato a Torino nel 1964 da Ernesto Olivero. L’Arsenale è costituito circa da 50.000 mq che ospitano: una scuola di musica, 2 scuole di lingua italiana per stranieri adulti e bambini, ambulatori medici gratuiti, quasi 300 posti letto offerti ogni notte a chiunque ne abbia bisogno, una mensa sempre aperta per chi ha fame, luoghi di incontro e formazione, di accoglienza e ascolto. Una Associazione fatta per lo più da volontari che ha promosso nel Mondo oltre 70 missioni di pace e che giornalmente a Torino accoglie persone senza fissa dimora, donne in difficoltà e chiunque chieda aiuto.

    E’ stato un onore e un’emozione per noi partecipare come scuola alla celebrazione del 3° anno della Giornata in onore delle vittime civili di guerra ed essere ospiti dell’Arsenale della Pace, un ringraziamento quindi ed una lode di merito ad Evaluna, Lavinia e Chiara che con sensibilità hanno voluto partecipare a questo concorso e in particolar modo a Chiara che ha reso orgogliosa la scuola con il suo lavoro.

    Vai alle foto

  • Capodanno Cinese 2020

    Danze, luci, giochi per celebrare il Capodanno Cinese, in compagnia di illustri ospiti dell’Istituto Confucio!

    Vai alle foto

            

    Vai all'articolo

  • Incontro con il presidente Matias Mesquita

    Il 7 febbraio gli studenti di portoghese si sono incontrati con Matias Mesquita, presidente dell'Associazione Angolana Nzinga Mbande.

     
    clicca sull'immagine per lo zoom

  • Prova attitudinale pratica per l'ammissione al primo anno del Liceo Coreutico A.S. 2020/2021

    AI GENITORI DEGLI ALUNNI ISCRITTI AL 1° LICEO COREUTICO A.S. 2020 – 2021

    Si comunica che MARTEDÌ 25 FEBBRAIO 2020 ALLE ORE 14:30 si svolgerà̀ la prova attitudinale pratica per l'ammissione alla classe prima del Liceo Coreutico a.s. 2020/2021 in presenza della Commissione presieduta dal docente dell'Accademia Nazionale di Danza di Roma c/o la sala di danza del Liceo ”Piero della Francesca” annesso al Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II” - Via XXV Aprile, 86 Arezzo.

    Gli studenti dovranno presentarsi muniti di documento di riconoscimento alle ore 14:00.

    È richiesto abbigliamento idoneo allo svolgimento della lezione di tecnica della danza classica:

    • alunne: capelli raccolti in uno chignon, body per la danza, calze rosa, scarpette da mezza punta rosa;
    • alunni: calzamaglia per la danza classica, maglia/body, calzini, scarpe da mezza punta (nere o bianche).

    La prova si svolgerà̀ a porte chiuse. I risultati della prova saranno pubblicati sul sito della scuola.