15 Aprile 2015
Articolo modificato: 15 Aprile 2015

Gli studenti del corso Multimediale volano a Creta con il Progetto Europeo Comenius Temas.

Un incontro a Creta, con studenti e docenti di 8 paesi europei: Finlandia, Germania, Slovacchia, Ungheria, Italia, Austria, Polonia e Grecia. Uno scambio di idee e culture, per condividere approcci metodologici e didattici, per avvicinare i giovani europei al concetto di Europa unita, attraverso lo studio della lingua inglese e dell’informatica. Dal 23 al 28 marzo 2015 la professoressa Alessandra Gavagni, coordinarice del progetto europeo Comenius Temas, ha accompagnato quattro studenti di 4M3, sezione Multimedia del liceo Piero della Francesca: George Patru, Monica Giuntini, Delia Lucani e Mattia Gennaioli, in un viaggio alla scoperta di nuovi orizzonti.

George Patru 4M3
Partire alle 4:00 di mattina non mi sembrava il massimo: mi sbagliavo. E’ valso ogni treno cambiato, ogni scalo, ogni attesa, insomma ogni minuto speso per arrivare a Chania. Subito le persone si sono dimostrate aperte ed affettuose, e davano l’impressione di voler conoscere di più le altre culture, altre tradizioni, come ho voluto fare io.  Per esempio ho imparato che il sistema scolastico greco varia poco da quello italiano, come anche quello austriaco e quello polacco. Parlando degli altri paesi, anche gli altri partecipanti al progetto Temas sono stati molto aperti con noi, anche se all’inizio c’è stato un po’ di imbarazzo nel parlare con loro. Ho avuto la possibilità di visitare musei, monasteri e soprattutto il Palazzo di Cnosso, dove fin da bambino, da come mi è stato insegnato, mi sono immaginato il mito del Minotauro. Do un voto positivo anche al cibo: veramente delizioso, alcuni più altri meno speziati, ma la cosa che mi ha sorpreso di più è stato trovare “sarmale” e “halva”, prodotti tipici rumeni, i quali mi hanno ricordato la mia infanzia. E’ stato un viaggio stupendo, mi ha insegnato molto, mi ha aiutato anche a migliorare il mio inglese, mi ha aperto nuovi orizzonti. “Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato.”

Monica Giuntini, 4M3
L’esperienza passata in Grecia è stata molto bella e formativa. E’ stato un fantastico viaggio-studio. Abbiamo parlato inglese tutto il tempo, ed è stato molto utile per migliorare il nostro livello di inglese. C’è stato qualche intoppo nel capirci con gli altri ragazzi, ma quello ovviamente è normale, e alla fine ci siamo arrangiati per spiegare termini che non sapevamo spiegare. Ci siamo divertiti molto e abbiamo stretto parecchie amicizie, che resteranno sempre nel nostro bagaglio di esperienza, sperando magari che un giorno per caso ci rincontreremo. Inoltre, è stato bello vedere come vivono i ragazzi greci e le cose che fanno dentro e fuori della scuola. Per quanto riguarda la scuola, hanno un modo di viverla completamente diversa dal nostro. Abbiamo partecipato a qualche lezione ed è stata un’esperienza particolare e nuova. Per quanto riguarda la vita fuori dalla scuola siamo molto simili, tutto il mondo è paese se si tratta di divertirsi. Se devo essere sincera, sono sicura che le persone con cui ho stretto un’amicizia vera in Grecia mi mancheranno sempre un po’. Perché non è stata solo una vacanza-studio, ma qualcosa di più, e i legami che si sono creati con gli altri ragazzi sono veri, e quindi sono davvero molto felice di aver partecipato a questa esperienza.

Delia Lucani 4M3
Questo viaggio-studio è stato molto istruttivo per me e per i miei compagni, abbiamo imparato a destreggiarci meglio con l’inglese e ci siamo divertiti molto.
E’ stato bello vedere come vivono e studiano in Grecia partecipando alle loro attività, che sono state molto interessanti e divertenti. Abbiamo fatto amicizia con molti ragazzi e ragazze e insieme a loro abbiamo visitato monumenti cretesi e siamo andati in tanti locali tipici della zona. Abbiamo mangiato bene anche se sono cibi molto particolari, e abbiamo soggiornato in un bellissimo hotel sulla spiaggia.
Mi è piaciuto scoprire la loro cultura e le loro tradizioni, imparando come vivere in quei luoghi diversi dall’Italia.. Mi piacerebbe che i ragazzi che abbiamo conosciuto là venissero in vacanza nella mia città, per passare del tempo insieme e far conoscere il nostro stile di vita.

Mattia Gennaioli 4M3
Il viaggio-studio in Grecia è stato molto istruttivo perché per comunicare con gli altri ragazzi del progetto europeo Temas si doveva parlare in inglese, e scambiare le nostre idee con i ragazzi degli altri paesi è stato molto interessante e divertente. Oltre allo studio dell’inglese mi è piaciuta l’isola di Creta, dove ho visto panorami meravigliosi; molto bello è stato vedere il palazzo di Cnosso, che avevamo studiato a storia dell’arte.

VAI ALLE FOTO

Scroll to Top